Il BIM nel “Ritorno al futuro” lo avevano previsto?

Il BIM nel Ritorno al futuro lo avevano previsto

Che cos’è il BIM e chi lo utilizza?

BIM è l’acronimo di “Building Information Modeling” (Modello di Informazioni di un Edificio) ed è la “rappresentazione digitale delle caratteristiche fisiche e funzionali di un edificio”.

Il BIM è un sistema di lavoro che permette di creare un “modello tridimensionale che contiene tutte le informazioni sull’edificio” come dati grafici (i disegni), specifici attributi tecnici (schede tecniche e caratteristiche energetiche) e anche relativi al ciclo di vita del fabbricato (degrado dei materiali).

Nel caso specifico dei problemi di degrado che possono nel tempo rendere inefficiente un edificio, il BIM può agevolare le amministrazioni a programmare la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici pubblici, con un preciso controllo dei costi di gestione.

Quando si disegnano oggetti come finestre, solai o muri è possibile associare alle informazioni grafiche (spessore del muro, altezza) anche informazioni come la trasmittanza termica, l’isolamento termico ecc.

Alcuni programmi per il disegno e la progettazione, permettono l’utilizzo di librerie di oggetti 3D che sono la copia digitale di oggetti o prodotti per l’edilizia in uso. Attraverso BIMobject® , uno dei maggiori portali in europa per la gestione degli oggetti BIM, le aziende possono pubblicare e divulgare la copia digitale dei propri prodotti per l’architettura, l’edilizia e l’interior design, e monitorare in quale località e con che frequenza vengono scaricati gli oggetti dal portale. Attraverso questo sistema le aziende ottengono un feedback per migliorare la propria strategia di marketing sulla base di dati oggettivi. Su BIMobject® è possibile trovare la più grande libreria digitale di oggetti BIM, facilmente accessibile online da tutti i professionisti del settore delle costruzioni.

Mentre la progettazione CAD permette l’elaborazione di un progetto attraverso disegni in 2D o 3D la progettazione BIM non si limita ad informazioni visive o rendering ma specifica le funzionalità e le prestazioni dell’intero edificio elaborato.

Perchè è nato il BIM e che vantaggi può offrire a chi lo utilizza?

Il BIM è nato dalla volontà di andare verso la collaborazione tra i progettisti, l’interoperabilità dei software, l’integrazione tra i processi e la sostenibilità.

Il BIM è infatti un metodo di progettazione collaborativo in quanto consente di integrare in un unico modello le informazioni utili in ogni fase della progettazione: quella architettonica, strutturale, impiantistica, energetica e gestionale.

Il modello tridimensionale racchiude informazioni riguardanti dimensioni, materiale, aspetto, caratteristiche energetiche.

La tecnologia BIM offre molteplici vantaggi come: maggiore efficienza e produttività, meno errori, meno tempi morti, meno costi, maggiore interoperabilità, massima condivisione delle informazioni, un controllo più puntuale e coerente del progetto.

Grazie all’utilizzo del BIM è possibile programmare virtualmente la riqualificazione dell’edificio, durante il suo ciclo di vita. In questo modo è più semplice monitorare il degrado dei materiali e programmare la manutenzione con una precisa gestione dei costi d’intervento.

Il processo di progettazione e realizzazione delle strutture è cambiato rapidamente. Il cambiamento è dovuto soprattutto all’emergere del metodo BIM e alla sua intrinseca capacità di garantire la validità dei dati inseriti nel manufatto in ogni momento del suo ciclo di vita, permettendo un realizzazione integrata della commessa impossibile fino ad ora.

Visti gli enormi vantaggi della tecnologia BIM è ovvio che il suo utilizzo si stia diffondendo sempre più nel mondo, tuttavia c’è da considerare che il suo utilizzo richiede un maggiore investimento e lavoro nella fase iniziale del progetto (in cui si inseriscono tutte le informazioni); in seguito però semplifica notevolmente il lavoro, qualora si voglia ricavare dal modello tridimensionale la certificazione energetica, i calcoli strutturali ecc.

La tecnologia BIM è utilizzata da tanti software che, nel recente passato, hanno voluto mantenere il file del prodotto finale nei propri formati; tuttavia, considerato che in questo momento storico è in corso il dibattito sulla necessita della standardizzazione degli oggetti BIM, è stato sempre più accettata l’idea di un unico formato di scambio.

Generalmente un oggetto BIM viene salvato nel formato IFC (Industry Foundation Class), con estensione .ifc. Questi file IFC sono classificati come file di immagine 3D, che contengono anche altre informazioni tecniche, e sono compatibili con tutti i software che usano la tecnologia BIM.

Uno dei problemi maggiori però è la standardizzazione dei file creati con tecnologia BIM tra i diversi software in commercio, ovvero stabilire quali sono le informazioni minime o standard per considerare un file IFC un BIM.

Perché usiamo il BIM di Archicad e cosa ci rende diversi dagli altri professionisti?

Possediamo regolare licenza di Archicad, uno dei software BIM più avanzati nel mondo. Attraverso un plug-in di importazione ed esportazione IFC integrato, Archicad ci permette di gestire tutti i livelli della progettazione eseguita con diversi programmi, senza che i dati vengano persi nella comunicazione con altri studi di progettazione ed altre piattaforme informatiche. Grazie all’utilizzo di un software BIM come Archicad, siamo in grado di progettare gli edifici attraverso la costruzione di un modello tridimensionale che contiene le informazioni riguardanti l’efficienza energetica ed i costi di riqualificazione. La continua sperimentazione nell’utilizzo di Archicad, ci ha permesso di sfruttare le sue potenzialità per creare un nuovo metodo di lavoro per valutare l’efficienza energetica degli edifici.

Se sei interessato ad approfondire la tua conoscenza sulla tecnologia BIM di Archicad, chiedici un consiglio.

ATTENZIONE:

Non investire un altro euro a casa tua prima di aver letto il nostro MANUALE TECNICO…

Leggendolo capirai perché molti interventi di isolamento e umidità in casa falliscono, per colpa delle 5 Cose che il 99% degli esperti del settore NON dicono ai clienti”

  1. Leggerai per la prima volta le cose che molti addetti ai lavori sanno “di non dover dire” ai propri clienti
  2. Vedrai come poter ridurre i rischi di insuccesso affidandoti a soluzioni sbagliate
  3. E infine… scoprirai un metodo per come procedere con la massima sicurezza di isolare il tuo edificio correttamente ed eliminare i problemi di umidità!
Title
Il BIM nel
Article Name
Il BIM nel
Description
Il BIM è un sistema di lavoro che permette di creare un “modello tridimensionale che contiene tutte le informazioni sull’edificio” come dati grafici (i disegni) e specifici attributi tecnici (schede tecniche e caratteristiche) anche relativi al ciclo di vita del fabbricato.
Author